Archive

Archive for the ‘Database’ Category

Nov
15

SQL Server Reporting Services fornisce un intervallo completo di strumenti e servizi pronti all’uso che consentono di creare, distribuire e gestire report.

ms159106.4441bf97-fdda-468a-9163-8ee9ea1739bd(it-it,SQL.105)Reporting Services è una piattaforma basata su server che fornisce funzionalità complete per la gestione di report per diversi tipi di origini dati. Reporting Services include un set completo di strumenti per la creazione, la gestione e il recapito di report e contiene API che consentono agli sviluppatori di integrare o estendere l’elaborazione di dati e report in applicazioni personalizzate. Gli strumenti di Reporting Services operano in ambiente Microsoft Visual Studio e sono completamente integrati con gli strumenti e i componenti di SQL Server.

SSRS consente quindi di creare report interattivi, tabella, grafico o in formato libero dalle origini dei dati relazionali, multidimensionali o basate su XML, nonché pubblicare report, pianificarne l’elaborazione o accedere ai report su richiesta. Reporting Services consente inoltre di creare report ad hoc in base a modelli predefiniti e di esplorare i dati contenuti nel modello in modo interattivo. È possibile visualizzare i report in numerosi formati diversi, esportarli in altre applicazioni e sottoscrivere report pubblicati. I report creati possono essere visualizzati tramite una connessione Web o come parte di un’applicazione Microsoft Windows o di un sito di SharePoint. Reporting Services fornisce la chiave per accedere ai dati aziendali.

Per chi si occupa di Business Intelligence, le novità principali che arrivano con la versione di SQL server 2008 sono proprio i Reporting Services, con miglioramenti su vari fronti.

Per quanto riguarda l’aspetto architetturale, la novità principale consiste nella rimozione del vincolo per cui SSRS doveva essere installato sulla stessa macchina in cui era presente Internet Information Server. La nuova versione utilizza le HTTP Server API di HTTP.SYS e ASP.NET per sostituire IIS, ed ha consolidato in un unico servizio le funzionalità prima suddivise fra ReportServer, Gestione report e l’elaborazione e il recapito automatico in background.

Sul fronte del rendering, la maggiore novità è data dalla possibilità di esportare in Microsoft Word i report prodotti, forse la funzionalità maggiormente richiesta dagli utenti; anche l’esportazione in formato Excel e CSV  è stata migliorata.

Nell’ambito della creazione dei report le principali novità sono:

  • il supporto più completo ai grafici, con l’introduzione di nuovi tipi di grafici – a cilindro, a piramide, a imbuto, polare, radar, azionario, a candela, istogramma a intervalli, ad area smussata, a linee smussate, a linee con rientri e BoxPlot – e maggiori possibilità di controllo su etichette, allineamento, colori e serie, grazie all’utilizzo dei componenti sviluppati da Dundas Data Visualization, recentemente acquisiti da Microsoft;
  • la nuova area dati Tablix: è un nuovo elemento dati, che consentono di realizzare molto più velocemente report tabellari complessi, ad esempio report di conto economico che presentano totalizzazioni a diversi livelli che devono essere gestite a report. Funzionano bene e riducono drasticamente i tempi di realizzazione;
  • le nuove funzionalità per testo e HTML, che consentono di modificare l’aspetto di singole porzioni di testo all’interno delle caselle di testo ed importare codice HTML da un campo del database per visualizzarlo nel report;

Se dopo aver letto le caratteristiche della nuova versione di SQL Server Reporting Services si volesse iniziare ad utilizzarlo, è utile ricordare che non è necessario effettuare l’upgrade anche del database: è possibile installare SSRS 2008 continuando ad adoperare come sorgente dati la versione di SQL Server 2000 o 2005 attualmente in uso.

, , ,